La Corte di Cassazione Civile, Sez. I, con ordinanza del 17 gennaio 2022 n.1200, ha stabilito che L’art. 2289 c.c., relativo alla liquidazione della quota del socio uscente, prevede che la prestazione sia esigibile dal socio creditore alla scadenza del termine di sei mesi dallo scioglimento del rapporto, sicch√© la prescrizione del diritto di credito avente tale oggetto decorre dallo spirare del suddetto termine semestrale.