Il Tribunale di Bologna, con sentenza del 12 maggio 2020, ha stabilito che sussiste il fumus boni juris dell’istanza cautelare di urgenza con cui il conduttore di immobile ad uso commerciale chiede che venga inibito al locatore di porre all’incasso gli assegni bancari rilasciati in garanzia del puntuale e regolare pagamento dei canoni di locazione, sul presupposto della impossibilit√† al pagamento in conseguenza della chiusura dell’attivit√† imprenditoriale disposta dalle misure restrittive in vigore per il contrasto alla pandemia da Covid -19.